Immagini & Suoni del Mondo 2014

Festival del Film Etnomusicale

ETNO2014

SONG FROM THE FOREST  di M. Obert

song-from-the-forest-still

(Rep. Centrafricana, 2013, 97’) v.o. ing. sott. ita

Genere: documentario

Da giovane, l’americano Louis Sarno ha sentito una canzone alla radio che ha colpito la sua immaginazione. Ha seguito i suoni misteriosi fino alla foresta pluviale dell’Africa centrale e ha trovato la loro origine nei Pigmei Bayaka, una banda di cacciatori e raccoglitori che non ha mai lasciato.
 

MERCEDES SOSA, LA VOZ DE LATINOAMERICA  di Rodrigo H. Vila

(Argentina, 2013, 110’) v.o. sp. sott. ita/ing.

Mercedes-Sosa-2

Genere: documentario

Mercedes Sosa è la voce di tantissime canzoni simbolo della cultura musicale del continente sudamericano: “Gracias a la vida”, “Alfonsina y el mar”, “Si se calla el cantor”, “Años”, “Todo cambia”, sono solo alcuni esempi. Il documentario ricostruisce la sua carriera utilizzando interviste  e rarissimi materiali d’archivio e foto d’epoca.

SWEET DREAMS di L. e R. Fruchtman

(Ruanda, 2012, 80′)

Genere: documentario

SWEET

Diciotto anni dopo il genocidio che sconvolse il piccolo Paese delle mille colline, un gruppo di donne ruandesi prova ad addolcire il futuro. Producendo e vendendo gelati I registi Lisa e Rob Fruchtman – vincitori dei premi Oscar e Emmy – hanno co-prodotto e diretto un film per raccontare la storia di questo straordinario gruppo di donne ruandesi.

AMALIA di C. Coelho da Silva

(Portogallo, 2008, 12’) v.o. port. sott. ita

AMALIA

Genere: drammatico

Il film di fiction è la biografia della leggenda del fado portoghese: Amalia Rodrigues. Amalia  traccia i segni di una vita segnata dalla tragedia; guidata dalla solitudine; e piena di demoni che la affliggevano; ma forse è stato proprio questo che faceva di lei un talento canoro fenomenale che trascendeva la nazione e che ha toccato i cuori di milioni di fan in tutto il mondo.

WOODSTOCK IN TIMBUKTU di D. von Throta

(Mali, 2012, 86’) v.o. fra. sott. ita/ing.

WoodstockInTimbuktu1_a88d2bbaeb

Genere: documentario

Nel gennaio 2011 il Festival au Desert si è svolto nell’arco di tre giorni tra le dune di Timbuctu, Mali, in Africa occidentale. Ospitata dai Tuareg o Kel Tamasheq, come si autodefiniscono, il festival è il luogo ideale per un incontro con questo leggendario popolo. Attraverso uno spaccato intimo della vita nomade e le antiche tradizioni, i Kel Tamasheq ci raccontano della loro situazione, le loro paure e la loro lotta per la sopravvivenza.

GRIOT di V. Goetze

(Senegal, 2012, 82’) v.o. fra. sott. ita/ing.

Genere: documentario

GRIOTT

Il documentario si propone di esplorare la storia e il ruolo dei griot, secondo i quali il talento musicale è trasmesso “attraverso il sangue” di generazione in generazione. Il loro ruolo è molteplice: storico, narratore, cantore di lode, cantastorie e musicista. Ablaye Cissoko, straordinario suonatore di kora (arpa-liuto), ne è un esempio lampante.

ore 22.30

Concerto live !

GRIOT

Ablaye Cissoko & Volker Goetze

Ablaye Cissoko kora e voce | Volker Goetze tromba

CINEMA ODEON – p.zza Strozzi, 3 – Firenze

Biglietti (proiezioni): € 7 intero – € 5 ridotto

Biglietti (film+concerto 5/11 ore 21): € 12 intero – € 10 ridotto

Proiezioni pomeridiane: ore 18 – Proiezioni serali: ore 21

Informazioni: tel. 055 490437

www.multiculti.it  – e-mail: info@multiculti.it

Independent scholar

c.v. (English)

c.v. (中文)

academiaAcademia.edu

rgResearch Gate

ORCID

Latest publications:

Audiovisual Ethnomusicology. Filming musical cultures by Leonardo D’Amico. Bern: Peter Lang, 2020.

Audiovisual Ethnomusicology is a revelation, an inspiration and an important new story about what ethnomusicologists do and therefore what ethnomusicology is” – Timothy Rice (Preface of the book)

Audiovisual Ethnomusicology is an encyclopedic compendium of films and film related scholarship published in the English language. This engaging work is the only current book on the market that encapsulates this scene and will thus be valuable to anyone interested in the visual aspects of musical performance practice and the utility of film as a medium of presentation and research in ethnomusicology”Frank Gunderson (Yearbook of Traditional Music, 2023)


“BULANG MUSIC. From the Mountains to the Stars”.

A documentary film by Leonardo D’Amico. Shot by Leonardo D’Amico and Zhang Hai in Yunnan, China (2023, 42′).

https://bulangmusic.wordpress.com

PRESS BOOK (click on the image)


Performance with Efik musicians, Cuti Aste and Meki Nzewi in Esuk Mba, Nigeria, 2012.

Leonardo D’Amico and Meki Nzewi during fieldwork in Esuk Mba (Nigeria). Excerpt from the documentary “Pasos de Cumbia” (Cumbia Steps) by V. Cavallo, 2012.

“Nuovo Cinema Paradiso”, performed by Yunnan University chamber orchestra created and conducted by Leonardo D’Amico (Kunming, China, 26/06/2017)


Lecture at University College Cork (Cork, Ireland)



Conference “Roots in Action” (Caserta, 2013)

Drumming masterclass in Xian (China)


Drumming Masterclass in Kunming (China)



GRIOT. IL MAESTRO DELLA PAROLA

Book by Leonardo D’Amico

Leo & Toumani Diabaté (Festival Musica dei Popoli, Florence, 2007)

“Cantar l’Ottava” (Singing the octave). A documentary by Leonardo D’Amico

Angelo Arribas (gaita) and Leonardo D’Amico (tamboril). Miranda do Douro, Tras-os-Montes, Portugal, 2011. Research project “Musicas tradicionalesy populares de Zamora y Miranda do Douro: Documentacion, estudio, interpretacion”. Principal Investigator: Prof. Enrique Camara (Universidad de Valladolid). Research team: Matias Isolabella, Salvatore Rossano and Leonardo D’Amico.

My first fieldwork with my wife Diamantina in Colombia. Field research on Afro-Colombian music (Mompox, Colombia, 1996).

Nice memories from the ’80s! Playing “Got a Match?” at the Jazz Club in Florence. Stefano Bollani (piano), Elio Nencioni (bass), Stefano Negri (sax) and Leonardo D’Amico (drums).
Italian Youth Jazz Orchestra (Orchestra Giovanile Italiana di Jazz), Barga Jazz, 1993. Conductor: Bruno Tommaso. On drums: Leonardo D’Amico.

This video was shot in Kunming in 2017 when I was an Adjunct Associate Professor of Ethnomusicology at Yunnan University. “I Miss Kunming” is a tribute to a city that has remained in my heart and is dedicated to all the wonderful people I have met. A life experience I will never forget.